V.I.P.
enricosortino

enricosortino

Disconnettiti

Attore - Attore - Arti dello spettacolo

43 anni

Uomo

Lazio

Visite totali 579

Caratteristiche fisiche

Altezza : 177 cm

peso : 70 kg

Giroseno : -

Girovita : -

Girofianchi : -

Colore degli occhi : Marrone

Colore dei capelli : Castani scuri

Lunghezza dei capelli : Corti

Tipo di capelli : Lisci

Segni particolari

Frequenta giovanissimo l'accademia di arti drammatiche del Teatro Stabile Umberto Spadaro di Catania; continua gli studi teatrali e musicali presso l'Accademia Corrado Pani di Roma.
Fondatore e direttore artistico dell'Accademia Internazionale del Musical, sedi di Catania -
Palermo - Roma - Torino - Pescara - Cagliari - Sassari - Udine - Londra.
Nel 2012 vince il premio editoriale “Talent Tales” e pubblica la sua opera prima “Sette volte un uomo – I sette peccati capitali”.
Nel 2013 fonda la compagnia Vucciria Teatro insieme a Joele Anastasi con cui lavora
attivamente in Italia e all'estero.
Nel 2013 vince il premio ‘Miglior Attore’ al “Roma Fringe Festival” con lo spettacolo dal titolo "Io, mai niente con nessuno avevo fatto"
Nel 2014 vince il premio ‘Miglio Attore’ al festival “Corti in Cortile” con il corto/book trailer "La scrittura della Morte" diretto da Giancarlo Giuliano; nello stesso anno vince il premio "Best Show" al San Diego Fringe Festival con lo spettacolo "Nothing with nobody".
A livello internazionale nel 2012 e nel 2013 è tra i selezionati alla ‘Biennale di Venezia’ e lavora al fianco di Declan Donnellan e Nick Ormerod.

Ancora nel 2014 viene selezionato tra gli attori del laboratorio per la messa in scena di uno studio sul "Gabbiano" di Cechov, tenuto da Oskaras Korsunovas.
Nel 2015 viene scelto da Ivana Chubbuck per un master di perfezionamento sul "potere dell'attore" ottenedo una borsa di studio.
Nel 2016 tornerà alla Biennale per incontrare nuovamente Oskaras Korsunovas per un lavoro specifico sull'Amleto.

Appunti personali

Tra i lavori più importanti elenchiamo:
Per il cinema:
Per il cinema: 2017 "Italia, il musical" regia di Giuseppe Cardaci (attualmente il lavorazione), 2016 "Rayana" regia Vincent Navarra, 2014 "Transfert" regia Massimiliano Russo, 2012 "Native" regia Jhon Real (vincitore di tre Globi d'oro), 2002 "Gli Astronomi" regia Diego Ronsisvalle.

Per I film tv e le fiction:
2019 è protagonista del cortometraggio dal titolo “Il rumore del silenzio” diretto da Vincent Navarra e prodotto da Makara Film e del corto "Il posto
della felicità" diretto da Aliosha Massine, produzione Marcello Fonte – distribuzione Premiere Film.
Nel 2018 lavora nel mediometraggio diretto da Elio Germano dal titolo “Il potere del simbolo” prodotto da Artisti 7607, nello stesso anno ha iniziato le riprese della prima stagione della serie tv dal titolo “The Smiling” con la regia di Francesco Ferraiuolo nel ruolo di Tita, che diventerà uno dei protagonisti nella seconda stagione; ancora nel 2018
ha vestito i panni del regista nella puntata pilota delle serie “Radical Scìc” con la regia di Alfonso Bergamo.
Nel 2015 è protagonista in "Amore Criminale” con la regia di Maurizio Iannelli, nel 2013 è stato il protagonista della sesta puntata di "Squadra Antimafia 6" con la regia di Samad Zamandili e Kristof Tassin, nel 2012 vestiva i panni del medico per "Il commissario Rex" con la regia di Marco Serafini;
nel 2004 in “Paolo Borsellino" con la regia di Gianluca Maria Tavarelli, vestiva i panni del poliziotto della scorta.

Per il teatro:
nel 2020 è protagonista di “David” (creazione Vuccirìa Teatro – produzione Teatro
Bellini di Napoli) con la regia Joele Anastasi, nel 2019 è stato protagonista dell’adattamento
italiano dello spettacolo tratto dal testo originale di Tommy Murphy “Holding the man” con la regia di Gabriele Paupini, nello stesso anno è stato in scena con lo spettacolo “Paolo Poli – il genio esilarante” con la regia di Salvo Gemmellaro.
Nel 2018 ha vestito è stato uno dei protagonisti dello spettacolo “Il paese di chi se ne va” prodotto dal Napoli Teatro Festival, con la regia di Francesca Muoio.
Il 2018 inoltre, lo ha visto tra i protagonisti dello spettacolo “Immacolata Concezione” (creazione Vuccirìa Teatro – produzione Teatro Bellini di Napoli) regia di Joele Anastasi (spettacolo vincitore nel 2017 della rassegna “Teatri del Sacro” e attualmente in tour).
Nel 2016 “Il Misantropo” regia Nicola Alberto Orofino, 2016 “Nel nome di questo nostro sacro corpo” regia Joele Anastasi, “Il grande Gershwin” regia Turi Giordano, 2016 “Yesus Christo Vogue” regia Joele Anastasi, 2015 “Talking Guccini” regia Emilio Russo, 2015 "Dignità autonome di prostituzione" di Luciano Melchionna, 2014 "Battuage" regia Joele Anastasi, 2014 "The distance from here" regia Marcello Cotugno, 2013 "I Meneni" regia Walter Manfrè, 2013 "Io, mai niente con nessuno avevo fatto" regia Joele Anastasi, 2012 “La natura delle cose” regia Martina Ruggeri e Erika Z. Galli, 2009 "Un diamante nella fronte" regia Caterina Spadaro, 2005 "Buonasera buonasera" regia Claudio Insegno.

Per il musical:
2016 “Rent" diretto da Gisella Calì, 2016 “Il principe ranocchio” diretto da Melina Pellicano, 2012 "Macbeth" Diretto da Enrico Petronio, 2011 "Caino e Abele" e "La Baronessa di Carini" diretti da Tony Cucchiara, 2010 "Troglostory" diretto da Angelo Tosto, 2009 "Evita" diretto da Marco Savatteri, 2008 “Jeckill and Hide” diretto da Alessia Tona, 2005 "Les Folies de Paris" (Moulin Rouge) regia Fulvio Crivello.

Fotografie